2006: The Bloody Beetroots
Play • 28 min
Bob Rifo torna a casa

"Un giorno Martin Glover, il produttore con cui stavo lavorando, mi chiese chi volessi come ospite nel disco. Gli dissi che c'era un suo amico con cui non mi sarebbe dispiaciuto collaborare... Pochi giorni dopo ero in un mulino sull'oceano a registrare con Paul McCartney".

È uno dei tanti aneddoti incredibili che Sir Bob Cornelius Rifo, l'uomo (mascherato) che sta dietro al progetto The Bloody Beetroots, racconta nell'ottava puntata di Venticinque. Tutti assurdi, tutti verissimi.

Partito da Bassano del Grappa, dove fino a 27 anni passava da una band underground all'altra, è diventato un fenomeno internazionale e una delle più grandi "rockstar" che l'Italia abbia prodotto.

Ha collaborato con l'ex Beatle, con Tommy Lee, Tommy Morello, Perry Farrell e Steve Aoki, ha suonato nei festival e nei party più incredibili del pianeta, ridefinito un suono e un immaginario per centinaia di migliaia di persone.
È pure arrivato secondo a Sanremo in coppia con Raphael Gualazzi.

Continuando a cercare di distruggere la propria musica e il proprio successo, nella migliore tradizione punk. Continuando a fare ballare la gente dalla provincia di Vicenza, come quella di Atlanta e di ogni altro posto del mondo.

🎧 Venticinque. 1997-2022: gli anni che hanno rivoluzionato la musica italiana è un podcast prodotto da LifeGate Radio e Rockit ed è disponibile su tutte le piattaforme di streaming.

25 anni. 25 artisti. 25 storie. Un viaggio nel tempo e nello spazio per incontrare le persone che hanno rivoluzionato la musica nel nostro paese.

Scritto da Dario Falcini, Giacomo De Poli e Marco Rip

Un ringraziamento speciale a Raphael Gualazzi, Parrish McKittrick, Favor The Artist, United Talent, Nicoletta Zagone, Claudia Pasquini, Teo Chef, Giada Sgarbossa, Sandra Gamberoni, Ex Club & Events e Dario Scanavacca.

Cover di Alessia Leporati
Elaborazione @giuliacortinovis
More episodes
Search
Clear search
Close search
Google apps
Main menu