Gustave Eiffel
Play • 29 min
Gustave Eiffel è stato un grande imprenditore francese, ma senza dubbio il più grande ingegnere di strutture reticolari del 1800. Noto principalmente per l’omonima torre parigina che celebra la sua figura, di Eiffel spesso si trascurano gli esordi ed opere ben più significative: innovative e rivoluzionarie dal punto di vista costruttivo, imponenti e maestose per luci e dimensioni. Eiffel infatti diventò celebre, non per la torre che fu una delle sue opere minori e fra l’altro una delle ultime, ma per la costruzione di una serie di ponti ferroviari.

* Capitoli della puntata:

(0:00) | Introduzione
(03:01) | Il viadotto di Rouzat
(05:11) | Strutture montabili
(06:54) | Ponti ad arco reticolare: il Maria Pia in Portogallo
(09:00) | Digressione storica: l'avvento dell'iperstatica e il caso del ponte Britannia
(13:34) | Digressione storica: Cullman e i primi ponti reticolari
(15:49) | Il ponte Garabit ed il suo gemello italiano
(17:06) | Lo scandalo di Panama
(18:49) | La Torre Eiffel
(23:05) | Storia personale e ascesa
(26:13) | Vita sentimentale e conclusioni

* Il minutaggio potrebbe variare a causa dei roll pubblicitari.

Collegamenti
► Post su Instagram: https://instagram.com/dannatiarchitettipodcast
► Visita la Bacheca Pinterest della Puntata: https://www.pinterest.it/archicomica/dannati-architetti-podcast/gustave-eiffel/
► Guarda i documentari raccolti nella Gustave Eiffel YouTube Playlist: https://www.youtube.com/playlist?list=PLjY7a38QmR32s6lsmrstUEpQNq5xgUkmk
► Canale Telegram: https://t.me/dannatiarchitettipodcast
► Libri Consigliati: https://www.amazon.it/shop/dannatiarchitettipodcast?listId=2HSRBRT11NWHH
► Tutte le risorse: https://linktr.ee/dannatiarchitettipodcast
► Visita il Sito Web: https://mariachiaravirgili.com

Il Podcast
Dannati architetti è la serie podcast di intrattenimento culturale in cui Chiara @archicomica, host ed architetto di professione, racconta in ordine sparso le vite dei più celebri maestri dell'architettura, spaziando fra grandiosi progetti, geniali follie, gossip e curiosità. Un format a tratti cinico e divertente, in cui la storia dell’architettura non è solo per gli addetti ai lavori. Ma proprio per tutti. Scritto e narrato da Maria Chiara Virgili.

Se ti piace Dannati Architetti
► Lascia una recensione su iTunes Podcast: https://podcasts.apple.com/it/podcast/dannati-architetti/id1506013639
► Supporta questo progetto con una donazione libera: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_s-xclick&hosted_button_id=8C9UE9US4LJQN&source=url
► Iscriviti alla newsletter per seguire il podcast via email: https://eepurl.com/gTkPLv

Audio Stuff
https://www.amazon.it/shop/dannatiarchitettipodcast?listId=1OJAWBXR835ZG

Musiche
► Who's Using Who? by The Mini Vandals
► Like Lee by The Mini Vandals
► My Peeps by Aaron Lieberman
► Swing Theory by The Freedom Trail Studio
► Sunday Stroll by Huma Huma
► Doctor True by Jingle Punks
► Windswept by Ann Annie
► The hardest part by Jeremy Blake
► Rocking chair by Unicorn Heads
► I drank alone by TrackTribe
► Casual desire by Ugonna Onyekwe
► Remember September - Freedom Trail Studio
► My Train's A Comin' - Unicorn Heads
► A New Orleans Crawfish Boil - Unicorn Heads
► Light Expanse - Unicorn Heads
► Modern Situations - Unicorn Heads
► Images of Tomorrow - Unicorn Heads
► Super Blues - Unicorn Heads
► Six Feet off the ground - Nana Kwabena
► Passing Time - Kevin McLeod
► Song for Micheal - Magic in the other
► Song of mirrors - Unicorn Heads
► Your Suggestion - Unicorn Heads
► Land’s end - Underbelly
► The future ancient now - Nathan Moore
Blu Notte - Misteri Italiani
Blu Notte - Misteri Italiani
A cura di: Michele D’Innella
Il delitto Wilma Montesi - Il lato oscuro della Roma anni ‘50
Sabato 11 aprile 1953, vigilia di Pasqua: il corpo senza vita di Wilma Montesi, una giovane ragazza romana di 21 anni, viene trovato sulla spiaggia di Torvajanica, in località Capocotta, una zona balneare non distante da Roma. Il corpo non presenta segni di violenza ed è completamente vestito (se non fosse per la mancanza di un reggicalze, delle calze e delle scarpe). Le cause della morte non sono chiare: l’autopsia parla, genericamente di una sincope dovuta ad un pediluvio. Il ritrovamento pare quindi essere destinato ad una rapida archiviazione: un semplice malore, un incidente, forse un suicidio. Ma se già l’ipotesi dell’incidente l’incidente appare poco credibile, anche il suicidio è da escludere: di famiglia modesta, ma tranquilla, Wilma Montesi era fidanzata e stava preparandosi al matrimonio. Trascorrono alcuni mesi, la vicenda è quasi dimenticata quando un piccolo settimanale scandalistico asserisce l’ipotesi che Wilma Montesi sarebbe morta, forse per overdose di droga, forse per un semplice malore, durante un’orgia, in una villa del marchese Ugo Montagna, alla quale avrebbe preso parte il musicista Piero Piccioni, figlio di un importante notabile democristiano, il già ministro degli Esteri Attilio Piccioni, destinato ad ereditare da Alcide De Gasperi la leadership della Democrazia Cristiana, il più importante partito di governo. Da questo momento il caso Montesi non è più un caso giudiziario, ma diventa un affare politico: dietro la morte della ragazza si scatena la più grande faida mediatico-politica per la conquista del potere interno alla DC. Gli sviluppi della vicenda sono quanto mai intricati, anche perché sulla scena, a sostegno delle tesi accusatorie di Muto, spunta una donna: è Anna Maria Moneta Caglio, detta (per il suo lungo collo) Il “Cigno Nero”, ex amante, delusa, del marchese Montagna. La donna conferma: nella villa di Capocotta, che è vicina a luogo dove il corpo della Montesi è stato ritrovato, si svolgevano festini. Montagna e Piccioni, spaventati dal malore della giovane donna, si sono disfatti del corpo di Wilma, abbandonandolo, forse ancora vivo, sulla spiaggia di Torvajanica. Lo scandalo assume dimensioni gigantesche e anche il questore di Roma, Saverio Polito, viene accusato di aver cercato di insabbiare tutto, per questioni, ovviamente, politiche. Il processo si trascinerà per oltre quattro anni. Fino al 27 maggio 1957, quando il Tribunale di Venezia manderà assolti con formula piena Piccioni, Montagna, Polito e altri nove imputati minori, rinviati a giudizio nel giugno 1955. Ancora oggi la morte di Wilma Montesi resta un mistero. Entra a far parte della nostra community seguendo Blu Notte su Instagram e Twitter e iscriviti al canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sulle prossime puntate cliccando su questi link: • Twitter: http://twitter.com/BluNottePodcast • Instagram: instagram.com/blu.notte.podcast • Telegram: https://t.me/BluNottePodcast Inoltre, se vuoi sostenere il podcast e dare un contributo essenziale per aumentare la qualità dell’audio, visita la lista lista dei desideri che ho creato su Amazon: https://www.amazon.it/hz/wishlist/ls/16XLE7ST4CEG4?ref_=wl_share
53 min
More episodes
Search
Clear search
Close search
Google apps
Main menu