4. Google Ads Podcast - Gli annunci di ricerca dinamici
Play • 9 min
Gli annunci di ricerca dinamici fanno parte della campagne di ricerca ma cambiano in maniera sostanziale il metodo di targetizzazione.

Negli annunci standard l’attivazione degli annunci avviene in base alla corrispondenza delle parole chiave con i termini di ricerca. Negli annunci di ricerca dinamici invece viene data la massima libertà a Google. Sulla base del contenuto delle pagine del sito web, Google decide per quali termini di ricerca gli annunci sono rilevanti. L’inserzionista ovviamente può decidere quali pagine sottomettere alla “scansione” di Google.

L’assenza di parole chiave che riduce il controllo da parte dell’inserzionista viene compensata dalle parole chiave e dai target a corrispondenza inversa che permettono di limitare il campo di azione di Google.

Ci sono delle condizioni di base da rispettare per poter attivare un annuncio di questo tipo. La prima condizione è che le pagine siano visibili a google e che quindi siano indicizzabili. La seconda condizione è che le pagine siano ottimizzate da un punto di vista SEO in quanto il titolo della pagina e il contenuto sono fondamentali per Google per la valutazione della corrispondenza tra la pagina stessa e i termini di ricerca, cosi come la creazione degli annunci. Infatti anche negli annunci si perde un minimo di controllo in quanto il titolo e l’URL vengono generati automaticamente da Google. All’inserzionista rimane la libertà di creare la descrizione dell’annuncio.

La creazione degli annunci di ricerca dinamici viene anche sconsigliata in presenza di siti web che cambiano continuamente che rendono difficile a Google capire quando una ricerca è rilevante o no.

Credo che la parte più interessante di una discussione in merito agli annunci di ricerca dinamici sia riguardo a quando utilizzarli e come inserirli in una strategia.

Gli annunci di ricerca sono consigliatissimi in presenza di siti web con tante pagine (cataloghi molto vasti) e personalmente nel momento in cui mi approccio con un nuovo cliente una nuova categoria di prodotti con i quali non ho confidenza. Questi tipi di annunci infatti sono ottimi per esplorare nuovi termini di ricerca ed espandere rapidamente il volume di ricerca per i quali è possibile registrare almeno una impression e poi click e magari conversioni.

Personalmente la tendenza è quella di inserire in ogni strategia gli annunci dinamici di ricerca per l’effetto immediato di espansione della reach ma anche perché possono essere utili in un secondo momento dopo l’attivazione per scoprire nuovi termini di ricerca che potremo inserire come parole chiave in corrispondenza generica o esatta. Addirittura google consiglia di considerare gli annunci di ricerca dinamici come un metodo aggiuntivo di corrispondenza. Appare evidente che quindi non sono più un’opzione aggiuntiva ma qualcosa che Google consiglia di considerare dall’inizio come parte integrante di una strategia di base.

La mia domanda per voi è se siete d’accordo con questa definizione di Google e come utilizzate questi tipi di annunci nelle vostre strategie.
More episodes
Search
Clear search
Close search
Google apps
Main menu