CBI 2.26 | Preferisci andare in palestra o a teatro?
Play episode · 33 min

This is the first of our two-part preposition marathon! In this episode you'll learn all you need to know about the prepositions ain and su. Using prepositions in Italian can be quite tricky, particularly because they don't work the same way as in English. There's also the fact that, when combined with the definite articles, the prepositions take on different forms. Through this lesson about (su) prepositions, you'll learn to (a) use the prepositions in (in) the correct way!


This season of Coffee Break Italian features a total of 40 episodes. If you'd like to benefit from lesson notes, bonus audio recordings and video versions of the lessons featuring 'synchronised video flashcards' to help you understand how the words and phrases are written, you can access the premium version of Coffee Break Italian on the Coffee Break Academy.


Don't forget to follow Coffee Break Italian on Facebook where we post language activities, cultural points and review materials to help you practise your Italian. Remember - a few minutes a day can help you build your confidence in the language. Access the Coffee Break Italian Facebook page here.


If you'd like to find out what goes on behind the scenes here at Coffee Break Languages, follow @coffeebreaklanguages on Instagram, and check out our videos for language learners on our YouTube channel.

 

See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.

Coffee Break Swedish
Coffee Break Swedish
Coffee Break Languages
CBSw 1.18 | Tåget avgår kl 18:23
Join teacher Hanna and leaner Mark in the latest episode of Coffee Break Swedish for beginners. Last time we spoke about getting around the town, and in this lesson we're continuing with the theme of transport as we're learning more about travelling by tåg (train). By the end of the lesson you'll know all of the words and phrases to use when it comes to purchasing train tickets, finding your platform, and reaching your final destination in a Swedish-speaking area. All aboard the train! Season 1 of Coffee Break Swedish features a total of 40 lessons, launching on 20th January 2020. If you'd like to benefit from video versions, lesson notes and bonus audio materials, you can access the premium version of Coffee Break Swedish in the Coffee Break Academy, available from 20 January 2020. As soon as each lesson becomes available in the podcast feed, the course will be updated with the bonus materials. Don't forget to follow Coffee Break Swedish on Facebook where we post language activities, cultural points and review materials to help you practise your Swedish in between lessons. Remember - a few minutes a day can help you build your confidence in the language. Access the Coffee Break Swedish Facebook page here. If you'd like to find out what goes on behind the scenes here at Coffee Break Languages, follow @coffeebreaklanguages on Instagram. You can also check out our Coffee Break Languages YouTube channel. All information regarding Coffee Break Swedish can be found at http://coffeebreakswedish.com.   See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.
32 min
Italian Podcast
Italian Podcast
Linguistica 360
News in Slow Italian #405- Easy Italian Conversation about Current Events
Inizieremo la prima parte del programma con la notizia dell’assegnazione del Premio Nobel per la Pace, che quest’anno è stato dato al Programma Alimentare Mondiale (WFP) delle Nazioni Unite. Subito dopo, parleremo dell’annuncio, fatto lunedì dall’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, dell’eliminazione dalla piattaforma social di tutti i contenuti, che negano l’Olocausto. Poi, discuteremo di uno studio, condotto da un gruppo di ricercatori australiani, secondo cui sempre più bambini stanno nascendo senza i denti del giudizio e con un’arteria supplementare nel braccio. Infine, concluderemo questa prima parte della trasmissione con il racconto degli Open di Francia 2020.   Nel segmento Trending in Italy discuteremo delle polemiche per l’edizione di quest’anno della mostra a cielo aperto Affiche, che quest’anno ha deciso di esporre le illustrazioni dell’artista Nicoletta Ceccoli. - Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite vince il Premio Nobel per la Pace 2020 - Da ora Facebook metterà al bando i contenuti che negano, o travisano la realtà dell’Olocausto - Sempre più persone nascono con un’arteria supplementare ma nessun dente del giudizio come parte del fenomeno della microevoluzione - L’Open di Francia si conclude con strepitose vittorie nelle finali del singolo - Bufera a Cremona per le illustrazioni dell’artista Nicoletta Ceccoli - Bufera sul manuale di seconda elementare considerato razzista
4 min
Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
Graziana Filomeno - italiano online
Sintassi Italiana (ordine parole): (IO) VADO vs VADO IO / (IO) FACCIO vs FACCIO IO
In questa lezione parleremo della sintassi dell’italiano e, in particolare, della differenza di significato che può assumere una frase cambiando l’ordine dei suoi costituenti, cioè delle parole che la compongono. Questo accade spesso in italiano, come quando diciamo: “(io) vado” o “vado io”, “(tu) lo fai” o “lo fai tu”, “(lei) guarda” o “guarda (lei)” e così via… Sebbene queste frasi possano sembrare simili, vi assicuro che cambiare l’ordine delle parole può cambiare di molto il significato, quindi bisogna essere sicuri di cosa si sta facendo e non mettere le parole a caso!  Ancora non l’hai fatto? Resta aggiornato, seguici su YouTube, Facebook, Instagram e Twitter! La sintassi e l'ordine delle parole in Italiano La sintassi, per definizione, si occupa della struttura della frase, quindi dei suoi elementi costitutivi, ovvero le parole. Infatti, l’ordine delle parole all’interno della frase ha una funzione molto importante, perché spesso può modificare il significato che la frase stessa trasmette. Prendiamo in considerazione: “(io) vado” e “vado io” Come potete notare, sono molto simili e, in pratica, si distinguono solo per il diverso ordine delle parole. È importante, però, non usarle indistintamente, perché hanno significati diversi! Ordine non marcato delle parole L’espressione “(io) vado” segue il cosiddetto ordine non marcato della frase italiana, ovvero l’ordine SVO (soggetto - verbo - oggetto); anche se in questo caso abbiamo soltanto soggetto e verbo. Di conseguenza, quando il pronome è implicito, stiamo semplicemente comunicando quello che qualcuno sta facendo o farà. Non ci può essere ambiguità, perché si tratta di qualcuno ben identificato. Per esempio: Dove vai? Vado in banca Perché vai? Niente, vado solo per chiudere un conto. Avete notato? Non c’era bisogna di rendere il pronome esplicito, in quanto era perfettamente chiaro chi fosse il soggetto. Invece, è importante rendere il pronome esplicito, quando ci sono due o più persone, ognuna facendo qualcosa, e vogliamo specificare chi fa cosa. Per esempio: Io vado in farmacia, tu vai al supermercato. Ok? Va bene. E Marta cosa fa? Lei non va più alla lezione di danza, quindi viene con me. Avete notato? Negli esempi appena visti avevamo ben 3 persone, quindi era importante chiarire chi doveva svolgere determinate azioni. Ordine marcato delle parole Per quanto riguarda i casi in cui il pronome segue il verbo, come l’espressione “vado io”, ci troviamo dinanzi a un ordine marcato dei costituenti, usato in italiano per esprimere che solo una persona, tra due o più, svolge o non svolge una determinata azione. Per esempio, quando qualcuno suona al citofono oppure quando squilla il telefono, se ci sono più persone in casa, qualcuno potrebbe dire “vado io”, per dichiarare la propria intenzione di rispondere al citofono o telefono, così che sia chiaro a tutti gli altri che non c’è bisogno che si scomodino. Vediamo un altro esempio: Mi ha appena chiamato Giulia: dice che ha bisogno urgentemente di una mano per sollevare alcuni scatoloni. Di certo non andrò io: Giulia mi sta troppo antipatica! Vai tu? D’accordo, vado io! Bene, arrivati a questo punto, è chiaro quindi che spostare il soggetto dopo il verbo è un modo per sottolineare che solo una determinata persona svolgerà o non svolgerà un’azione quando ce ne sono varie. L’argomento di questo video, come avrete notato, era piuttosto avanzato. Si tratta di sfumature della lingua italiana, che però sono importantissime per distinguere chi ha una vera padronanza della lingua da chi invece non ce l’ha. Inoltre, se questa lezione vi è piaciuta, perché non andate a guardare anche il video in cui vi insegno tutte le alternative alle paroline “sì” e “no”? Vi consiglio davvero di non perdervelo: ha avuto un grande successo!
8 min
More episodes
Search
Clear search
Close search
Google apps
Main menu